Integratori Naturali

Vital 3: la salute, in modo naturale

PERCHE’ SYNERGY

Non è un segreto che i tempi moderni stiano danneggiando in diversi modi e maniere la nostra salute. Tossine ambientali, scarsa assunzione di fibre alimentari, abbondanza di cibo scadente, mancanza di esercizio fisico e uno stile di vita pieno di stress negativo: tutto ciò nuoce alla nostra salute.

Molte persone sperano e pensano che un solo integratore alimentare possa migliorare la loro vita. Ma la verità è che un singolo prodotto non è in grado di supportare in maniera ottimale le capacità e le potenzialità del nostro corpo. Il nostro corpo funziona al meglio quando tutti i sistemi lavorano all’unisono. In sintesi: soltanto un approccio olistico è in grado di portare a risultati concreti.

La forza speciale di Synergy V3 risiede nell’unica e straordinaria interazione di Mistify, PhytoLife e ProArgi9 Plus, che, soprattutto in questa combinazione, aiutano il vostro corpo a favorire la salute e mantenerla. 

I radicali liberi e i loro effetti.

Esistono molti fattori che influiscono la nostra vita e il nostro corpo.synergy

Gli influssi ambientali, lo stress, un’alimentazione scorretta e malsana, lo scarso esercizio fisico sono i principali responsabili della minore vitalità, salute e benessere.

Dobbiamo anche cercare di influenzare positivamente i processi di invecchiamento.

Ma in che modo? È risaputo che i radicali liberi sono responsabili dell’insorgenza della maggior parte delle malattie. Prediamo ad esempio i cambiamenti infiammatori nel corpo come le artrosi, le artriti, i reumatismi, infiammazioni della pelle fino alla neurodermatite, le alterazioni dei tessuti della muscolatura …i radicali liberi attaccano le cellule del corpo, gli organelli cellulari,  il nucleo cellulare e persino il DNA. Questo può portare alla degenerazione cellulare, all’invecchiamento precoce delle cellule e persino al cancro.

Gli antiossidanti ci proteggono da qualsiasi danno cellulare.

I polifenoli, noti anche come OPC sono composti acidi tannici con caratteristiche vitaminiche caratterizzati da un forte potere antiossidante.

L’acronimo OPC sta per proantocianidine oligomeriche. Questi principi attivi appartengono al gruppo dei flavonoidi, composti polifenolici noti anche come vitamina P.

Le OPC agiscono come vitamine anti-invecchiamento o, per utilizzare un altro termine, come anti-aging. Sono utilizzate principalmente come integratori alimentari per rafforzare le difese immunitarie e per proteggere le cellule del corpo, i vasi sanguigni, come inibitori dei radicali liberi e delle allergie e delle più comuni debolezze del sistema immunitario.

Le OPC sono antiossidanti i cui effetti sono 20 volte più potenti rispetto alla Vitamina C e 40-50 volte più potenti rispetto alla vitamina E, altrettanto conosciuta e apprezzata quale eccellente antiossidante.

Le OPC sono sempre combinate alla vitamina C nell’uva da vino rosso oppure attraverso il processo di trasformazione del vino rosso e, naturalmente, anche nel vino stesso.

Se mancano vitamina C e OPC, il corpo non è in grado di rinnovare il collagene e l’elastina perdendo così la sua elasticità e giovinezza. Indurimento della pelle, rughe e diminuzione della massa muscolare sono sintomi della mancanza di OPC e Vitamina C.

Altri sintomi sono:

  • Depressione
  • Stanchezza
  • Bassa pressione
  • Meteoropatia
  • Emicrania
  • Tendenza a disturbi del peso
  • Pelle secca e rugosa
  • Paradontosi
  • Vene varicose, gambe pesanti, capillari
  • Ferite che faticano a guarire e ferite aperte
  • Blocchi linfatici
  • Aumento di macchie scure sulla pelle
  • Assottigliamento della pelle, capillari rotti
  • Colesterolo alto

Dalla scoperta degli effetti delle OPC, ricerche minuziose hanno dimostrato che le OPC respingono immediatamente i radicali liberi. Si può rilevare la presenza delle OPC nel sangue già a distanza di breve tempo. Le OPC rinforzano la struttura delle proteine e del collagene.

Tendini, legamenti, muscoli, pareti venose, il cristallino, la pelle e il tessuto connettivo traggono beneficio dall’assimilazione di OPC, vitamina C  ed E.

Nel 98% dei soggetti che hanno partecipato allo studio sull’efficacia si é riscontrato un miglioramento della capacità visiva.  Diminuzione di infiammazioni di ogni sorta grazie alle OPC:

  • Artrite
  • Bronchite
  • Gastrite
  • Sinusite
  • Parodontite
  • Infiammazioni muscolari
  • Arteriosclerosi
  • Indurimento della pelle
  • Formazione di calcoli
  • Retinopatia (malattia degli occhi riscontrata soprattutto nei soggetti affetti da diabete)

Le ultime ricerche hanno dimostrato che le OPC possono combattere il cancro contribuendo in modo evidente alla prevenzione della formazione di metastasi.

Negli studi hanno riscontrato anche un effetto positivo sulle malattie legate all’età e precisamente:

  • Alzheimer
  • Parkinson
  • Senilità
  • Disturbi della memoria
  • Retinopatia (malattia degli occhi riscontrata soprattutto nei soggetti affetti da diabete)
  • Cataratta e glaucoma
  • Disturbi della concentrazione
  • Emicrania

Le OPC formano l’elastina e il collagene favorendo il ringiovanimento dei vasi sanguigni, in particolare dei capillari, attraverso i quali ha luogo lo scambio di ossigeno.

Questi vasi dalla struttura delicata diventano fragili e duri a causa del colesterolo LDL e dei depositi di calcio. Questo processo è noto come arteriosclerosi.

Le OPC combattono contro questo processo e agiscono positivamente anche sulla viscosità (fluidità) del sangue. La circolazione sanguigna migliora nettamente e, di conseguenza, diminuiscono i rischi di infarto.

I pazienti che assumono anticoagulanti, devono consultare il proprio medico. In queste circostanze l’assunzione di OPC può portare ad una riduzione dei medicinali.

Con la lotta contro i radicali liberi con il nostro prodotto Mistify, abbiamo già fatto un grande passo avanti sulla strada per ottenere vitalità e salute.

Esistono però anche fattori dannosi per la nostra salute che dobbiamo combattere o regolare.

Acidità e le sue cause.

A che cosa dobbiamo fare attenzione?synergy

Dobbiamo cercare di mantenere neutrale ed equilibrato il rapporto acido – base, altrimenti tendiamo ad un valore di pH pari a 7.

Acidi e basi – cosa nascondono?

Acidi:

Gli acidi sono composti chimici che contengono idrogeno. Hanno un sapore aspro, caratteristica che ne ha determinato il nome.   Gli acidi più importanti sono: acido cloridrico, acido nitrico, acido fosforico e acido solforico.

Basi:

Le basi sono contrapposte agli acidi.  Sono definite soluzioni alcaline quando sono disciolte in acqua. Sono basiche o alcaline. Reagiscono con gli acidi e formano sali neutri. Le soluzioni alcaline più importanti sono: idrossido di sodio (o soluzione di soda caustica) e idrossido di potassio (o potassa caustica) .

Il valore del pH:

è la scala di misura dell’acidità o dell’alcalinità di una soluzione.

La scala di acidità va da 0 a 14, dove lo 0 equivale al grado più elevato di acidità e 14 alla più elevata reazione basica.  Il 7 è il punto neutro e lo si trova, ad esempio, nell’acqua pura.

Cos’è esattamente l’acidificazione del corpo?

Affinché il nostro metabolismo funzioni perfettamente, il rapporto tra acidi e basi nel nostro corpo deve essere corretto. I processi della nostra vita sono adattati a un particolare equilibrio di acidi e basi presenti nel corpo.

In un uomo sano il rapporto tra basi e acidi dovrebbe essere rispettivamente di 70% a 30%. Oggi il rapporto è per lo più invertito. Ciò evidenzia che non sono disponibili basi in quantità sufficiente per distruggere gli acidi, una situazione che con il tempo causa malattie. Noi dobbiamo prevenire ciò attraverso l’alimentazione quotidiana. La regola è semplice:

  • Gli acidi vengono forniti da carne e pane
  • Le basi invece da commercianti di frutta e verdura

Cosa altera l’equilibrio tra acidi e basi?

  1. Al primo posto troviamo un’alimentazione scorretta e squilibrata. Ingeriamo troppi grassi cattivi, carne, farina bianca, zuccheri e altri cibi e bevande che formano acidi. Eccessi di caffè, Coca cola, alcolici o bevande dolci influenzano negativamente l’equilibrio sull’equilibrio acido-base.
  2. Le condizioni di vita generali e lo stress eccessivo
  3. Inquinamento ambientale ed elettromagnetico

Il corpo umano attua in maniera autonoma meccanismi tali da riuscire a mantenere il rapporto acido – base in perfetto equilibrio. Il nostro stile di vita odierno però glielo impedisce.

Il corpo da solo è in grado eliminare gli acidi in eccesso da un lato attraverso i reni, il fegato, i polmoni e la pelle. Ma ciò non è possibile al 100% se l’afflusso di acidi è eccessivo. Gli acidi in eccedenza dovranno essere depositati ovvero tamponati e inizialmente ciò accade nel tessuto connettivo.

Un esubero costante di acidi provoca disturbi quali, ad esempio, l’insorgenza di bruciori di stomaco, un’ inspiegabile diarrea, cefalee regolari…o altro ancora. In seguito insorgono le cosiddette malattie da civilizzazione, dovute all’età e malattie comuni.

Quasi ogni malattia è causata dagli acidi.

È stato scientificamente provato che durante quasi tutte le malattie si sviluppa contemporaneamente un’acidificazione dell’organismo. Emicrania, reumatismi, cancro, infarto, diabete, nevrosi e molte altre malattie e disturbi sono quasi sempre accompagnati da un organismo che si trova in un ambiente acido.

Vi sono innumerevoli esempi di malattie che migliorano in maniera sorprendente quando ci si avvicina alle cause.

“L’acidificazione”

Fino a quando nel corpo prevalgono gli elementi basici, gli acidi possono essere neutralizzati e resi innocui. Quando gli acidi sono presenti in quantità eccessive, si depositano nel tessuto connettivo. Le cellule soffocano in questi “rifiuti” e non sono più in grado di esercitare le loro funzioni. In questo modo si creano le basi per una serie di problemi di salute. Gli enzimi e gli ormoni sono molto sensibili all’acidificazione.

Quando gli acidi sovraccaricano il corpo a lungo, possono insorgere numerose malattie e disturbi quotidiani come:

  • Gengive infiammate
  • Bromopnea (o alitosi)
  • Una evidente sensibilità dei denti al caldo – freddo e acidi
  • Maggiore predisposizione alle infezioni
  • Unghie fragili – che si spezzano
  • Stanchezza frequente
  • Piedi e mani freddi
  • Pelle secca e rugosa
  • Capelli spenti e opachi
  • Caduta dei capelli
  • Stati depressivi
  • Paradontosi
  • Emicrania
  • Valori epatici elevati
  • Flatulenza e senso di sazietà
  • Bruciori durante la minzione
  • Sciatica
  • Disturbi articolari
  • Osteoporosi
  • Crampi notturni
  • Cuore e cervello sono messi in pericolo a causa degli attacchi degli acidi
  • Infezioni fungine, acne e cellulite nella maggior parte dei casi sono imputabili all’acidificazione.

L’organismo umano dispone di diversi meccanismi tampone. I reni  possono eliminare gli acidi attraverso le urine, attraverso l’espirazione i polmoni sono in grado di espellere determinati acidi. Meccanismi tampone sono presenti anche nel sangue. Si sa che, per mantenere l’equilibrio, l’organismo ha bisogno di clorofilla, minerali e microelementi (oligoelementi). Se non li ottiene grazie a un’alimentazione sana ed esemplare o attraverso prodotti basici efficaci e mirati, l’organismo attinge alle sue riserve che prima o poi si esauriscono, spesso molto più velocemente di quanto immaginiamo. Di conseguenza il corpo si indebolisce. Bisogna difendere attivamente i meccanismi tampone del corpo.

L’acidificazione non è un problema di chi si nutre solo ed esclusivamente di frutta e verdura, chi non beve né alcol né caffè, chi non è mai sottopressione. L’acidificazione si forma nel corso degli anni, prevalentemente come conseguenza di un’alimentazione scorretta, eccessiva e ricca di carne, farina bianca, zucchero, prodotti confezionati con conservanti, acqua minerale con una elevata percentuale di anidride carbonica, Coca cola e altre bevande zuccherate e, naturalmente, un consumo eccessivo di caffè.

Il corpo deposita gli acidi in eccesso nel tessuto connettivo, nella cartilagine e nei tendini. Ma anche nel grasso sottocutaneo. A causa degli acidi i vasi sanguigni perdono elasticità, le ossa si decalcificano e sono ad alto rischio di osteoporosi.

Ecco un’alternativa efficace:

modificare subito l’alimentazione e, parallelamente, fornire al corpo sostanze vitali e

basiche come clorofilla, minerali e i fitochimici.

Esistono anche alimenti neutri in cui acido e base si bilanciano:

•             Oli non trattati, burro e acqua del rubinetto

Avete riconosciuto l’importanza di un prodotto equilibrante nel rapporto acidi-basi?

Vogliamo presentarvi ora un vero miracolo della natura!

CLOROFILLA, pigmento vegetale verde

Senza clorofilla non ci sarebbe vita sulla terra

La clorofilla è il pigmento verde della foglia. E’ una molecola complessa di magnesio con molti microelementi (o oligoelementi). La sua struttura chimica è molto simile all’emoglobina del sangue umano. Per questo motivo gli esperti parlano di

„Sangue vegetale“

La clorofilla trasporta ossigeno alle cellule e stimola la respirazione. Può ridurre il fabbisogno di insulina e migliorare la funzionalità della tiroide.

Può armonizzare il rapporto acido-base nel corpo. La clorofilla contiene una grossa quantità di vitamine.

La clorofilla agisce da regolatore della pressione sanguigna. Nell’arteriosclerosi agisce efficacemente contro l’accumulo del colesterolo.

Le proprietà positive della clorofilla combattono la CAUSA di malattie e disturbi. La causa principale è l’acidificazione del corpo. Qui la clorofilla può esercitare il proprio effetto e agisce molto efficacemente regolando il rapporto acido-base nel corpo.

Cosa può provocare la clorofilla:

  • Stimolazione dei globuli rossi.
  • Effetti benefici sulla digestione.
  • Effetti sulla regolazione ormonale.
  • Effetti benefici contro malattie come anemia, arteriosclerosi e ipertensione.
  • Solo grazie all’azione della clorofilla tutti gli elementi indispensabili al metabolismo quali proteine, grasso, carboidrati, vitamine, enzimi, minerali, oligoelementi e sostanze fitochimiche secondarie si trasformano in fonti energetiche di diverso tipo.

Attraverso la clorofilla l’uomo riceve tre elementi essenziali:

  • Luce del sole
  • Ossigeno
  • Sale come vettore di energia chimica

La clorofilla è coinvolta in numerosi processi nel corpo, e può:

  • Normalizzare la secrezione dei succhi gastrici
  • Stimolare la rigenerazione delle cellule epatiche danneggiate
  • Incrementare la circolazione in tutti gli organi
  • Favorire i processi di guarigione
  • Ridurre l’elevata produzione di pepsina (la pepsina può provocare l’ulcera allo  stomaco)
  • Stabilizzare il battito cardiaco > il cuore batte più lentamente ma con maggiore regolarità
  • Effetti benefici su cuore e nervi
  • Ripristinare la flora intestinale attraverso elementi ad alto valore basico

La clorofilla crea soprattutto i presupposti per avere sangue e linfa sani.

Solamente attraverso la regolazione del rapporto acidi-basi, il corpo è in grado di assimilare sostanze nutrienti importanti come:

  • Vitamine
  • Oligoelementi
  • Enzimi
  • Fitochimici secondari

in maniera ottimale.

La clorofilla crea un ambiente sfavorevole per i batteri dannosi presenti nell’organismo. Batteri e virus sono necrofagi e possono vivere solo in tessuti privi di ossigeno, attraverso la clorofilla i tessuti verranno alimentati con l’ossigeno ed eliminata la condizione fondamentale per l’esistenza per batteri e virus.

 

Per migliorare salute e vitalità è necessario riuscire ad avere un sistema vascolare sano e totalmente funzionale.

Ottimale per l’efficienza dei vasi sanguigni.synergy

Normalmente le sostanze nutrienti hanno un effetto positivo sulla pressione e sul flusso sanguigno, certamente L-Arginina ricopre una posizione fondamentale. L-Arginina non è solo vantaggiosa per la vasodilatazione bensì evita contemporaneamente i depositi vascolari:

–  Vasodilatazione: Tramite la L-Arginina il monossido di azoto giunge, attraverso le vene, alla muscolatura. Ciò rilassa i vasi sanguigni che, di conseguenza, si dilatano e la circolazione migliora. Oltre a ciò la regolazione della pressione sanguigna non affatica il cuore.

–  Depositi vascolari: L’arginina impedisce l’aggregazione delle piastrine, che aderiscono alle pareti arteriose e restringono i vasi sanguigni. Senza arginina il sangue diventa viscoso, attira il calcio e le cellule morte o espulse dal sistema immunitario.

–       „Spazzatura biologica” che indurisce i vasi sanguigni e rallenta il flusso regolare del sangue agli organi. Questo processo è comunemente conosciuto come calcificazione e, per i medici questa diagnosi significa l’arteriosclerosi.

7  notizie interessanti su L-Arginina e sangue e vasi sanguigni

Ecco una lista chiara e comprensibile delle più importanti caratteristiche dell’arginina, molto importanti per sangue, arterie e vasi sanguigni.

Arteriosclerosi: Le piastrine si accumulano sulla parete interna delle arterie e vi aderiscono, disturbando l’interazione tra sangue e parete del vaso sanguigno. Le conseguenze sono una serie di infiammazioni che portano a depositi di calcio, restringimento delle arterie e disturbi di irrorazione sanguigna. La L-Arginina agisce in maniera duplice contro queste problematiche: per prima cosa migliora l’irrorazione arteriosa e abbassa l’ipertensione dovuta a depositi arteriosclerotici dei vasi sanguigni; secondariamente, impedisce l’accumulo delle piastrine alle pareti dei vasi sanguigni.

Dimetilarginina asimmetrica (ADMA): Endogeno analogo all’arginina, anche nelle sue funzioni. Un elevato tasso di ADMA – provocato ad esempio dal fumo o da un’alimentazione ricca di grassi, è da considerarsi un fattore di rischio per l’arteriosclerosi e le malattie cardiocircolatorie.  L’assunzione di L-Arginina contrasta in modo durevole un tasso elevato di ADMA .

Pressione e flusso sanguigno: L-Arginina ottimizza non solo l’irrorazione e l’approvvigionamento di ossigeno dei vasi sanguigni e degli organi, ma provvede anche a mantenere le arterie elastiche e ciò rende L-Arginina un rimedio efficace contro l’ipertensione.

Glicemia: L-Arginina regola il rilascio dell’insulina dal pancreas e contribuisce a regolare il livello di zuccheri nel sangue. Ideale per i diabetici, l’arginina aumenta il livello di tolleranza di glucosio e la sensibilità delle cellule all’insulina.

Colesterolo: la L-Arginina è un agente ipolipemizzante, responsabile della riduzione dei grassi nel sangue. Per questo motivo la L-Arginina ha un effetto benefico sul livello di colesterolo. Con l’assunzione di L-Arginina il tasso di colesterolo può abbassarsi anche del 14%!

Diabete: Conseguenze del diabete quali scarsa irrorazione sanguigna e pessime condizioni delle strutture vascolari, possono provocare danni ai reni e alla retina. Tali rischi si possono ridurre notevolmente grazie all’azione protettiva sui vasi sanguigni e agli effetti benefici dell’arginina.

Glaucoma: Il glaucoma è una malattia frequente del nervo ottico in cui un aumento patologico della pressione oculare è un fattore di rischio determinante. Gli effetti vasodilatatori di L-Arginina riducono la pressione oculare e agiscono contro i danni del nervo ottico.

10 notizie interessanti su L-Arginina e la qualità della vita.

Come dimostra il prospetto sottostante, l’arginina ha un’importanza fondamentale per la qualità della vita.

Antiossidanti: I radicali liberi sono i prodotti intermedi di processi chimici, soprattutto della respirazione cellulare. Sono pericolosi per le cellule, ma gli antiossidanti contenuti ad esempio nell’aglio, nel cavolo o negli agrumi li trasformano in sottoprodotti innocui.

L-Arginina dispone di caratteristiche antiossidanti e riduce i possibili effetti dei radicali liberi.

Fitness: La prestazione fisica individuale migliora con l’assunzione di L-arginina. Da un lato l’arginina migliora l’assorbimento massimo di ossigeno (VO2 max), che viene considerato come criterio per una maggiore resistenza, dall’altro migliora la vascolarizzazione nei muscoli favorendone lo sviluppo e la costruzione.

Situazioni pericolose: Durante fasi critiche il corpo rilascia adrenalina e noradrenalina garantendo così un rifornimento di energia elevato che può essere necessario in situazioni di pericolo (sopravvivenza). In caso di bisogno, una quantità sufficiente di L-arginina nell’organismo garantisce la distribuzione vitale degli ormoni dello stress richiesti.

Sistema immunitario: L-arginina stimola la produzione di globuli bianchi (leucociti) quell’elemento del sistema immunitario che svolge importanti funzioni  nella difesa dagli agenti patogeni e corpi estranei all’organismo. Di conseguenza, l’assunzione di L-arginina, rinforza le difese immunitarie.

Elaborazione delle informazioni: L-arginina migliora i processi cognitivi nel cervello stimolando così la memoria e i pensieri, la percezione e la creatività.

Disfunzione erettile: L – arginina è un ottimo ricostituente per gli uomini che soffrono di disfunzione erettile. L’effetto vasodilatatore di L-arginina migliora l’inturgidimento del pene e, di conseguenza, le prestazioni sessuali dell’uomo in maniera naturale e senza effetti collaterali. (Avvertenza: I vasi sanguigni del pene assomigliano a quelli del cuore. Pertanto la disfunzione erettile può indicare un preavviso di infarto e deve essere controllata da un medico!)

Rigenerazione: Il corpo distrugge velocemente le proteine in seguito a interventi chirurgici, ferite e durante malattie croniche.  L-arginina rallenta questo processo e aiuta l’organismo a conservare più a lungo i depositi di proteine accelerando i processi di recupero. Contemporaneamente l-arginina favorisce la guarigione di ferite e il rinnovamento del tessuto attraverso la stimolazione della sintesi del collagene.

Ormone della crescita: L-arginina promuove il rilascio degli ormoni della crescita (HGH) dalla ghiandola pituitaria. L’ormone GH oltre ad essere un importante ormone rigenerante e anti-invecchiamento favorisce la costruzione del muscolo e l’eliminazione del grasso.

Benessere: Se nell’organismo è presente una quantità sufficiente di L-arginina, i disturbi più comuni compaiono in maniera meno frequente, migliorando di conseguenza la qualità della vita e aumentando la felicità.

Capacità riproduttiva: L-arginina può aumentare sia il numero sia il raggio di azione degli spermatozoi di modo che, uomini con una ridotta qualità e quantità spermatica, siano in grado di generare dei figli. Infatti gli spermatozoi medi sono ricchi di L- arginina.

Coinvolgimento in funzioni organiche vitali. Il termine L-arginina deriva dal latino argentum (“argento”) ed è stato coniato dalla storia della medicina perché era stata ottenuta dalla combinazione di aminoacidi con l’argento. La sostanza che fino ad allora non aveva ancora un nome fu chiamata L-arginina e la sua formula chimica è NO2. „L“ sta levogiro ed è importante solo per il contesto biologico ….

Necessario per salute e benessere. Come aminoacido semi-essenziale l’arginina è un elemento vitale molto importante nel corpo umano, fondamentale per la salute e il benessere. Al momento la medicina conosce 22 aminoacidi proteinogenici. Tutti hanno la proprietà di costruire catene, cioè di legarsi in maniera specifica a molecole proteiche. Le catene più lunghe di aminoacidi diversi sono chiamate proteine. Senza proteine la vita umana è semplicemente impossibile poiché esse costituiscono la base per i tessuti, gli organi e le ossa. L-Arginina svolge funzioni importanti e vitali per il corpo anche durante l’attività fisica!

Unico precursore di ossido nitrico. Una caratteristica straordinaria dell’arginina si basa sulla proprietà di essere l’unico precursore diossido nitrico(NO), uno dei messaggeri più piccoli del corpo umano. L’ossido nitrico è assolutamente indispensabile per la salute vascolare. Per questo motivo, in casi di assunzione insufficiente di arginina, ProArgi9 è un rimedio efficace che, accompagnato da un’adeguata terapia, protegge preventivamente il sistema cardiocircolatorio.

L-Citrullina diventa L-Arginina, precursore di monossido di azoto: L-Citrullina è un aminoacido non-proteinogenico, che può essere sintetizzato da piante, animali e esseri umani. Il nome deriva dal cocomero (Citrullus vulgaris), il cui guscio è ricco di citrullina.

Responsabile della funzione ritardante. La caratteristica principale è l’eccellente biodisponibilità. Assunta per via orale attraverso l’alimentazione, L-Citrullina è convertita nel corpo in L-arginina dall’intestino, passa nel sangue e il fegato la trasforma in arginina, precursore dell’ essenziale neurotrasmettitore  monossido di azoto (NO).

L-Citrullina, uno stimolante. Questa caratteristica è a vantaggio dell’arginina. Poichè il corpo converte la Citrullina in arginina, L-citrullina agisce come stimolante aumentando il livello di L-arginina nel sangue per periodi più lunghi. In questo modo l’organismo sfrutta più a lungo gli effetti di L-arginina  che, a seconda della dose raccomandata, perdura per l’intera giornata.

L-arginina è essenziale per il metabolismo. L’arginina gioca un ruolo estremamente importante nel corpo umano in quanto gli aminoacidi sono fondamentali per il metabolismo. La citrullina è il precursore dell’arginina, come l’arginina lo è per il monossido di azoto (NO), un neurotrasmettitore essenziale.

Nei vasi sanguigni la sintesi di ossido nitrico e pertanto la formazione di monossido di azoto degli aminoacidi è un processo basilare che avviene naturalmente:

•             Monossido di azoto é responsabile della vasodilatazione e della regolazione del flusso e della pressione sanguigna.

•             Monossido di azoto impedisce alle piastrine (trombociti) di aderire alle pareti arteriose e interagire con esse evitando, in tal modo, l’insorgere di arteriosclerosi.

Di fondamentale importanza: la sintesi di NO

  • Monossido di azoto dilata le vene,
  • mantiene l’elasticità del sistema vascolare e
  • facilita la funzione cardiaca
  • aumentando contemporaneamente il pompaggio del sangue.

Queste correlazioni sono note da pochi anni e nel 1998 sono valse agli americani Robert F. Furchgott, Louis J. Ignarro e Ferid Murad ” il conferimento del prestigioso premio Nobel   per  la ricerca degli effetti del monossido di azoto come molecola segnale nel sistema cardiocircolatorio e vascolare dell’uomo”.

3 Notizie interessanti circa L-Arginina e le prestazioni cardiache

Una breve descrizione delle caratteristiche più importanti di L-arginina, fondamentali per le prestazioni cardiache.

Defaticamento del cuore: Attraverso le vene l’arginina trasporta monossido di azoto, arriva fin nei muscoli e ne causa il rilassamento, le vene si dilatano e – come conseguenza – migliora la circolazione sanguigna. La regolazione della pressione sanguigna alleggerisce significativamente il lavoro del cuore.

Infarto: Vasi sanguigni ristretti a causa di problemi circolatori portano alla formazione di depositi vascolari arteriosclerotici.  Nella maggioranza dei casi sono coinvolte aree strategiche importanti della circolazione – quando il sangue coagula ostruendo il lume del vaso (ne blocca il flusso si rischia la vita!).

L’occlusione di un’arteria coronarica causa l’infarto! L’arginina diminuisce il rischio di infarto favorendo la circolazione, ottimizzandola pressione sanguigna e regolando il tasso glicemico. Si alleggerisce così il lavoro del cuore e delle arterie.

Insufficienza cardiaca: “Insufficienza cardiaca” è il termine comunemente usato per indicare che il nostro organo più importante non è più in grado di far circolare una quantità di sangue adeguata all’effettiva richiesta dell’organismo. Grazie ai suoi straordinari effetti vasodilatatori l’arginina agisce come catalizzatore e migliora la capacità di carico del cuore e del flusso sanguigno coronarico.

2 notizie interessanti sull’arginina e la depurazione

A prima vista l’arginina possiede proprietà importanti e caratteristiche fondamentali per la depurazione di fegato e reni.

Fegato: L’arginina è un metabolita del ciclo dell’urea e pertanto una sostanza (la cui presenza è) indispensabile per il corretto funzionamento del ciclo. In questo processo i composti azotati sono demoliti e – insieme all’ammoniaca tossica rilasciata – trasformati in urea. Come tutti i più importanti processi del metabolismo la formazione dell’urea ha luogo nel fegato. Perciò l’arginina non svolge solo un ruolo importante nella fase di depurazione del corpo dall’ammoniaca, ma supporta anche l’efficienza epatica.

Reni: Le eccellenti proprietà di vascolarizzazione dell’arginina agiscono positivamente sull’efficienza dei reni che svolgono i compiti quotidiani più importanti quali la depurazione / disintossicazione e la regolazione del volume di sangue.

Quando il cibo si trasforma in veleno

Il diabete mellito di tipo 2 è legato ai processi di civilizzazione. Solo le società del benessere, ovvero le persone che vivono nella sovvrabbondanza, conoscono questa forma di malattia. Le industrie insieme alle nostre cattive abitudini alimentari e alla mancanza di esercizio fisico hanno fatto sì che, negli ultimi decenni, si registrasse un incremento delle persone colpite da diabete:

  • Bombe di zucchero: Coca Cola, biscotti, torte, limonata, cioccolata, dolci etc
  • Alimenti nei quali si nasconde lo zucchero: Pane, cetrioli sott’aceto, ketchup, latte condensato, Müsli, spumante, zuppe pronte in busta, salsiccia etc..
  • Alimenti che trasformano lo zucchero: pane, cornflakes, patate, torte, pasta, popcorn, pane bianco – anche carboidrati verranno trasformati chimicamente in zucchero.

Per motivi di salute non è sufficiente rinunciare ad alimenti calorici. L’alimentazione dovrebbe essere povera di carboidrati e grassi e ricca di frutta e verdura cruda, perchè tutto ciò che l’uomo mangia confluisce anche nel sangue. Quello che non viene demolito aderisce alle pareti interne dei vasi sanguigni provocando un problema noto come calcificazione vascolare. ProArgi 9 contrasta l’arteriosclerosi.

L’arginina agevola il trasporto di zucchero nelle cellule

Non solo in quanto, come è stato dimostrato, l’arginina abbassa il rischio di arteriosclerosi,  ma anche perché scoperte recenti indicano che la carenza di monossido di azoto è causa di insulinoresistenza. Poichè l’arginina rappresenta il precursore del monossido di azoto, in caso di diabete mellito si raccomanda l’assunzione di ProArgi9. Il prodotto stimola la produzione di monossido di azoto e favorisce il trasporto di glucosio nelle cellule dove verrà (immagazzinato ed) utilizzato per produrre energia.


DETTAGLI RELATIVI AL CONCETTO V3

Non è un segreto che i tempi moderni stiano danneggiando in diversi modi la nostra salute. Tossine ambientali, scarsa assunzione di fibre alimentari, abbondanza di cibo scadente, mancanza di esercizio fisico e uno stile di vita pieno di stress negativo: tutto ciò nuoce alla nostra salute. Molte persone sperano e pensano che un unico integratore possa migliorare la loro vita. Ma la verità è che un singolo prodotto non può supportare in maniera ottimale le capacità e le potenzialità del nostro corpo. Il nostro corpo funziona al meglio quando tutti i sistemi collaborano. In sintesi: soltanto un approccio olistico è in grado di portare a risultati concreti. Il punto di forza dei V3 di Synergy è nell’azione unica di PhytoLife, Mistify e ProArgi 9 Plus che, soprattutto in questa combinazione, aiutano il nostro corpo a favorire e mantenere la (propria) salute.

Formare

Nelle cosiddette abitudini alimentari moderne manca un equilibrio. Uno stile di vita orientato alla prestazione e la scelta abitualmente sbagliata tra gli alimenti disponibili, privi cioè di quegli elementi essenziali contenuti ad esempio nella frutta e nella verdura, causano nel corpo di molti di noi uno squilibrio dovuto alla carenza di quelle sostanze nutritive di cui il fisico come è stato dimostrato, ha costantemente bisogno. Alcune ricerche hanno evidenziato l’importanza di molte sostanze nutritive contenute nella frutta e nella verdura che sono fondamentali soprattutto per garantire la formazione di ossa, del sistema nervoso e per altri meccanismi basilari e complessi di regolazione corporea. In questo contesto PhytoLife è un prodotto con particolari effetti benefici. La clorofilla è una sostanza vegetale che si forma durante la fotosintesi. Riceve la sua particolare energia dalla luce del sole e sviluppa diverse funzioni vitali nel mondo vegetale e – come dimostrano le ricerche – molte di esse sono paragonabili alle funzioni dell’organismo umano. Assumete quotidianamente clorofilla con il vostro PhytoLife di Synergy.

Rafforzare

I radicali liberi possono influire sulle cellule umane e inoltre essere la causa di invecchiamento precoce e di altri processi negativi nel corpo.

L’effetto dei radicali liberi è sempre maggiore a causa del crescente inquinamento ambientale e dell’intensità dell’irraggiamento solare.

La formula di Mistify di Synergy con la sua incomparabile bacca di Açai combinata con altre particolari sostanze, fornisce al corpo una ricca fonte di preziosi antiossidanti.

Circolazione

La ricerca oggi giorno è focalizzata principalmente sul cuore. Il mantenimento di un’efficienza cardiaca ottimale così come il supporto del sistema cardiovascolare, sono considerati fattori chiave per una vita in piena salute.

Il conferimento del premio Nobel per la medicina nel 1998 ha constatato e confermato le notevoli proprietà di L-arginina. Studi nutrizionali mostrano l’importanza di un rapporto equilibrato di L-arginina per ogni sistema cardiovascolare (vasi sanguigni, pressione sanguigna etc.)

Relativamente ai vantaggi di L-arginina, gli aminoacidi non sono solo fattori energetici che favoriscono la circolazione nel corpo e la salute del cuore. Ogni assunzione di ProArgi9 Plus fornisce 2500 mg di L-arginina insieme alle vitamine C, D3, B6 e B12 – una combinazione straordinariamente efficace.

Noi di Synergy WorldWide vediamo il corpo umano come un sistema complessivo che necessita di un programma nutrizionale completo per rimanere forte e sano nel tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...